Ritrovarsi…in Viaggio

Ritrovarsi… in Viaggio nasce dalla volontà di coniugare e differenziare due concezioni di viaggio: quella Interiore e quella Esteriore, entrambe altamente esperienziali, che possono sicuramente procedere in parallelo, traendo forza l’una dall’altra e producendo sorprendenti risultati. Si tratta di un’esperienza conoscitiva e trasformativa, che fa leva su quelle che sono le risorse dell’individuo, che si trova a fronteggiare situazioni totalmente diverse dal suo quotidiano, in un luogo sconosciuto e con altri compagni di esperienza.Ritrovarsi… in Viaggio conduce i partecipanti in un luogo lontano dalla loro routine, ove potersi immergere nella natura e cultura, per beneficiarne e sentirsi in armonia con sé stessi. Durante il viaggio si svolgono laboratori in gruppo e momenti individuali, che consentono ai partecipanti di conoscere sé stessi e gli altri in un modo nuovo, curioso e divertente e, soprattutto, si lavora nella direzione del singolo a mettere a punto nuove strategie verso gli obiettivi di vita. Quindi due viaggi in uno: il primo in un ambiente nuovo, e l’altro dentro di sé… un luogo altrettanto nuovo!

image9Le motivazioni al Viaggio possono essere molteplici, ma, di fondo, l’istinto che le accomuna è sempre quello della scoperta, intesa si, come scoperta di luoghi, ma che inevitabilmente conduce ogni volta ad un disvelamento di parti di sé. Il progetto Ritrovarsi… in Viaggio si propone, infatti, di sottolineare e rafforzare questo aspetto, attraverso l’utilizzo e l’alternanza -durante il viaggio- di metodiche altamente specializzate.

Solamente nel pronunciare la parola “Viaggio” la nostra mente ci conduce verso paesaggi lontani, che spesso coincidono con spazi “altri” della mente, laddove ancora non siamo andati ma vorremmo

arrivare… ed è proprio da questa fertile condizione immaginativa e da questa possibilità interiore che ha inizio il Nostro Viaggio, che, lontano dal concetto di villaggio vacanza o semplice soggiorno benessere, si propone, come già anticipato, “come un vera e propria esperienza conoscitiva e trasformativa, facendo leva su quelle che sono le risorse dell’individuo, che si trova a fronteggiare situazioni totalmente diverse dal suo quotidiano, in un luogo sconosciuto e con altri compagni di esperienza”.

 

Obiettivi

  • Viaggiare in modo alternativo entrando veramente in contatto con il luogo e la sua cultura.
  • Scoprire risorse individuali ancora non utilizzate.
  • Affrontare i propri limiti espressivi.
  • Affrontare i propri blocchi emotivi.
  • Educarsi a autopercepire i segnali corporei e prendersene cura.
  • Riequilibrarsi integrando mente e corpo.
  • Focalizzazione su punti deboli e punti forza nella realizzazione degli obiettivi di vita.

Il viaggiatore sarà coinvolto, sia in un’esperienza di conoscenza reale del luogo e della sua cultura, che in un arricchimento interiore, sperimentando un’educazione alla cura di sé mediante l’apprendimento di metodiche altamente specializzate in vari ambiti terapeutici e della conoscenza. I partecipanti si troveranno infatti immersi in un luogo naturale e confortevole, ma avendo anche la possibilità di conoscere e condividere le esperienze con persone motivate dagli stessi intenti, beneficiando appieno delle bellezze del paesaggio e della ricchezza delle sue tradizioni. La destinazione dei viaggi può variare ogni anno, per consentire a chi lo volesse di intraprendere un vero e proprio percorso educativo e conoscitivo, che possa avere una continuità nel tempo e divenire un appuntamento periodico per i singoli, volto a favorire i legami e la coesione del gruppo di appartenenza con cui si condividono le medesime esperienze e con cui si ha la possibilità di

sperimentare, fra un viaggio e l’altro, ulteriori incontri di approfondimento e confronto (per saperne di più scrivi a info@inoutmind.com).

 

Metodologie applicate ai viaggi esperienziali:

  • Tecniche Psicofisiologiche Cliniche Integrate
  • Tecniche psicologiche Strategiche
  • Metodiche Artiterapeutiche
  • Acquamovimentoterapia
  • Tecniche meditative orientali
  • Sistemi di cura locali
  • Yoga
  • Thai Chi
  • Shiatsu

Il percorso di viaggio ha come punti perno 4 elementi fondamentali quali:

 1) le Risorse del Singolo nell’adattarsi e spingersi oltre i suoi schemi abituali.

2) La forza del Gruppo di stimolare nuove sinergie, per ampliare le proprie possibilità di scoperta.

3) Il Luogo, un paese lontano, sconosciuto ed estremamente affascinante, che consente ad ognuno di allargare il proprio orizzonte immaginativo.

4) Un Training giornaliero che si avvale di molteplici metodologie conoscitive.

…viviamo in una società che tende a dividere, a trattare la mente ed il corpo come due isole lontane, collegabili soltanto quando la medicina ufficiale non sa dare una spiegazione al sintomo. Ed allora ecco qui che ci concedono il lusso di poter definire una patologia “psicosomatica”. Ma cosa significa? E’ un termine vuoto, non spiega nulla sulla malattia. Ma il sorriso, non è fors la manifestazione psicosomatica della felicità? Allora tutto può tranquillamente essere definito psicosomatico, poiché rappresenta l’inevitabile conseguenza di una stretta, inscindibile e costante interazione mente-corpo. In cui, in modo del tutto circolare, la mente influenza il corpo e viceversa. Le persone nel quotidiano corrono dietro ai loro sogni, e troppe volte sono sconfitti in una lotta contro ciò che amiamo definire infausto destino. Ma è sempre più evidente che l’esito negativo di questa battaglia, è spesso -se non sempre- determinato dalla mancanza di conoscenza di sé, delle proprie risorse e punti deboli. È per questo che è stato ideato un nuovo metodo che coniuga un training giornaliero, che mette al servizio dell’individuo le metodologie più efficaci nell’ambito della conoscenza e del miglioramento personale, al viaggiare nei luoghi più belli e suggestivi del pianeta. Il progetto si chiama appunto: Ritrovarsi in… Viaggio ed ha lo scopo principale di mettere la persona davanti a sé stessa ed ai propri desideri, facendole capire (e soprattutto sperimentare) che l’unico modo per raggiungere lo scopo che ci si è posti è lavorare su mente e corpo, in modo da percepire al meglio tutte le sue potenzialità e metterle al servizio degli obiettivi di vita.

Se la Conoscenza è potere, la Conoscenza di Sé è l’indiscutibile potere sulla propria vita!

Out viaggio

image7Come il vulcano, l’individuo vive, elabora e trasforma le emozioni/magma in materia viva .

Ogni luogo ha la sua energia, il viaggiatore si trova ad assorbirla in modo più o meno consapevole.Vivere intensamente con il corpo, oltre che con la testa quelle emozioni, è possibile e rappresenta una delle esperienze più gratificanti e trasformative, poiché produce cambiamento nel nostro modo di interpretare e vivere le sensazioni.

Le destinazioni sono tutti luoghi di sorprendente e rara bellezza,dei veri e propri patrimoni paesaggistici di natura incontaminata in cui rilassarsi, immergersi e abbandonarsi dimenticando la frenesia della routine quotidiana.

Luoghi che per morfologia e cultura favoriscono una nuova modalità percettiva e conoscitiva, ideali per far vivere all’individuo una vera esperienza sinestesica in comunione con l’ambiente e con il sé.

In Viaggio

image7-1Gruppo psicofisico

Il lavoro si fonda sui concetti della Psicofisiologia clinica integrata. Vengono coinvolti i partecipanti in piccoli esercizi fisici, respiratori ed induzioni immaginative per entrare il contatto con alcuni punti corporei collegandoli ai vissuti emotivi del singolo. Tutto è finalizzato ad una migliore percezione e gestione delle proprie tensioni fisiche nella direzione del rilassamento.

Gruppo strategico

Attraverso esercizi di comunicazione strategica si giunge alla possibilità di confrontarsi su tematiche individuali e comuni in modo da lavorare sugli obiettivi personali ed elaborare tutto ciò che scaturisce dai vari laboratori e dal viaggio.

Laboratorio di pittura

“Dall’immagine esteriore a quella interiore” E’ un percorso che parte dalla ricerca di un’ immagine da fotografare e si sviluppa in un lavoro grafico-pittorico guidato, in cui ogni, partecipante ha la possibilità di tirar fuori in modo nuovo e stimolante le proprie emozioni, idee e vissuti e visualizzarli in una produzione artistica anche senza aver mai sperimentato nessuna tecnica pittorica.

Laboratorio postura e movimento libero

E’ un lavoro specifico sulle posture, le contratture e le rigidità posturali che possono riguardare ognuno di noi e che attraverso il movimento e la musica si possono conoscere e ammorbidire per sentirsi ed esprimersi in un modo più autentico, divertente e piacevole.

Acquamovimentoterapia

A seconda della location ospitante , si prevedono protocolli di lavoro di gruppo o individuali volti al completo rilascio e abbandono delle tensioni corporee che agisce in profondità e nel tempo. La dottoressa lavora prima alla sincronizzazione del respiro, al galleggiamento e alla ricerca di un equilibrio acquatico, dopo di che , attraverso l’ascolto delle tensioni della colonna vertebrale e facendo perno sui punti più contratti, ne facilita il rilascio adagiando sulla sua schiena il paziente e facendolo muovere in modo mirato seguendo un leggero sottofondo musicale. La persona si ritrova a non distinguere coordinate spaziotemporali e percettive, ha la possibilità di abbandonarsi e volare sull’acqua come se stesse in aria…

Yoga

Si effettueranno brevi e semplici sessioni di Yoga che prevedono il “Saluto al sole” per chiudere le attività dando modo al corpo di distendersi e migliorare la propria elasticità.

Thai Chi

E’ definita da alcuni una “ginnastica salutista” che imita i movimenti degli elementi naturali attraverso i quali il respiro aiuta a sviluppare la calma, la padronanza di noi stessi, e la ricerca di movimenti istintivi che stimolano l’autoguarigione.

Meditazione orientale

Imparando a meditare ed a concentrarsi grazie ad un antico mantra del Nepal o attraverso la meditazione balinese aiutiamo la nostra mente a svuotarsi da pensieri ostacolanti e veicoliamo pensieri ed immagini positive che facilitano l’armonizzazione e l’integrazione psicofisica programmandola al raggiungimento dell’obbiettivo personale.

Etnopsicologia e sistemi di cura tradizionali

A seconda del luogo ospitante, si dà l’opportunità come completamento del percorso di avvicinarsi ai sistemi di cura locali, lasciando di volta in volta la possibilità al singolo di scegliere il tipo di approccio, se di tipo conoscitivo o sperimentale, ma in ogni caso sempre mediati accompagnati e coinvolti dalla guida della dottoressa. – See more at: http://ritrovarsinviaggio.blogspot.it/p/tecniche-e-laboratori-in-viaggio.html#sthash.rCDOrZOY.dpuf

Shiatsu a terra

Non esiste gesto piu naturale della pressione su una parte del corpo che subisce un trauma o in cui si avverte un dolore,come quando si ha un mal di testa e ci si preme contro le tempie il palmo delle mani, questo è shiatsu.
Rivolto principalmente all’individuo che inizia ad avere consapevolezza che una o piu parti di se stessi necessita di essere presa in considerazione.
Sessioni atte a coadiuvare il percorso dell’individuo all’interno del viaggio,riequilibrando lo schema corporeo e contribuendo ad una maggiore consapevolezza di sè dal punto di vista fisico.

Condividi
BACK