STATINE CONTRO L ATEROSCLEROSI: NUOVI APPROCCI

È convinzione comune che la riduzione del colesterolo con le statine diminuisca il rischio di aterosclerosi.
Un po’ di fisiologia: come presenta un nuovo studio, le statine inibiscono la sintesi della vitamina K2, cofattore dell attivazione della Gla-protein della matrice, che a sua volta protegge le arterie dalla calcificazione.
Le statine inibiscono la biosintesi del selenio contenente proteine, uno dei quali è la glutatione perossidasi, che serve a sopprimere lo stress ossidativo. Una perdita di questa biosintesi può essere causa di insufficienza cardiaca.
Le statine dunque possono svolgere un ruolo importante nella calcificazione delle arterie coronarie e possono danneggiare la funzione muscolare nel cuore e nei vasi sanguigni attraverso l esaurimento del coenzima Q10 e “eme A” , e quindi la generazione di ATP.
Così, l’epidemia di insufficienza cardiaca e aterosclerosi che affligge il mondo moderno può paradossalmente essere aggravata con l’uso pervasivo di statine. Proponiamo che le linee guida di trattamento con statine attuali siano rivalutate

DOTT. Mario Ciarnella- biologo nutrizionista clinico e sportivo

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/25655639/
Statins stimulate atherosclerosis and heart failure: pharmacological mechanisms.
Okuyama H, et al. Expert Rev Clin Pharmacol. 2015.

Condividi

Who is Valerio Irrera

AvatarYou need update your bio: Edit your profile

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

BACK